foto01
HOME NEWS MATTEO SPOT MINI650 MEDIA #IN OCEANO CON ME SPONSOR

MINI TRANSAT    
 
 
 




Nata nel 1977 dall’idea dell’inglese BOB SALMON, la Mini Transat non è mai stata una regata come le altre.
L’obiettivo era quello di permettere agli skipper di partecipare ad una transatlantica, in solitario a bordo di piccole barche di 6 metri e 50 con budget accessibili.

018
Un uomo, una barca e l’oceano è lo spirito che ha spinto, da oltre 20 edizioni, gli skipper di ogni parte del mondo e i migliori navigatori oceanici ad iniziare la loro carriera sulla linea di partenza delle Mini Transat.

IL PERCORSO
La regata si divide su due tappe:
La Rochelle a Las Palmas (Canarie) con 1257 miglia,
e da Las Palmas a Le Marine (Martinica) con 2764 miglia.

QUANDO
La regata si svolge ogni 2 anni per permettere ai cantieri di sviluppare nuovi progetti e agli skipper di organizzare il progetto.


002
LE BARCHE
Alla Mini Transat possono partecipare barche di 6 metri e 50 chiamate Mini 6.50.
Sono suddivise in due categorie:
- SERIE per le barche di cantiere, quindi tutte uguali e con caratteristiche ben precise,
- PROTO per le barche nate da progetti unici. Grazie a questa formula dalla Classe Mini 6.50 sono nate le più importanti innovazioni del settore.

LA QUALIFICA
Per partecipare alla Mini Transat lo skipper deve percorrere in totale 2000 miglia suddivise tra 1000 miglia in regate di classe e 1000 miglia in solitario.
Tutte le più importanti regate oceaniche richiedono una qualifica che porti lo skipper e la barca ad un periodo di “prova” insieme.


007
NO TECNOLOGIA
Alla Mini Transat non sono permessi contatti a terra.
Ogni skipper, prima della partenza, consegna il proprio cellulare all’organizzazione e a bordo è dotato solo di un GPS, non cartografico, una radio VHF, 15 carte nautiche, un sestante, cibo per 30-35 giorni e 87 litri di acqua.
No internet, no computer.
I partecipanti devono essere in grado di navigare in modo indipendente contando solo sulle proprie capacità.

008
La Mini Transat è la traversata più solitaria e dove l’uomo e la barca sono un elemento unico e complementare.

 
 



 
 

Pagine: 1

 

MATTEO RUSTICALI ----- scrivimi ----- cell. 3487484034 -----ADMIN

powered by scuffy